LA DONNA FUTURISTICA ED ICONICA DI ROBERTO CAVALLI – PREVIEW F/W 11/12


E’ una collezione da spiegare, da capire e da interpretare quella che sfilerà tra poche ore sulla passerella milanese di Roberto Cavalli. Lo stilista ha voluto lasciare la sua donna libera di scegliere tra una infinità di proposte che se da un lato trascendono nella couture dall’altro ripercorrono tutte le tappe di un percorso di stile iconico ed altamente seduttivo

Roberto Cavalli posa con la modella che indossa quello che definisce “il mio abito preferito dell’intera collezione”.

Roberto Cavalli disegna una donna ammantata in un’armatura di luce che fascia il corpo con corpetti aurei da indossare sotto a bluse, giacche, gilet ed abiti di chiffon ricamato su cui si intrecciano tutti i print animalier ed una nuova interpretazione dei disegni barocchi

“E’ arrivato il tempo in cui ogni donna deve imparare a diventare la designer di se stessa – spiega Cavalli -. Per questo motivo ho scelto di disegnare una collezione composta di tanti pezzi preziosi da ricomporre a proprio gusto sovrapponendoli e mixandoli per creare un proprio stile ed andare incontro alle varie occasioni d’uso inventando nuovi abbinamenti”.

Parola d’ordine è sovrapposizione. Assoluta, decisa, ostentata. Come nel caso dell’abito patchwork indossato su iper decorati leggings dai disegni geometrici in jais metallici

Mocassini con fiocchetti issati su tacchi di corni da 14 centimetri. E’ questo il diktat della griffe per quanto concerne le calzature.

L’estro e la ricerca stilistica approdano prepotenti anche sui bijoux. Le stampe vengono racchiuse in petali di silicone definiti da bordure metalliche. Per creare vistosi fiori danzanti che andranno ad ornare i polsi della donna Roberto Cavalli

Dettagli d’autore e uno styling ricercato vanno a completare l’universo della donna Cavalli dell’Autunno/Inverno 2011/2012 che raccoglie tutti gli stilemi della griffe in un mix’n’match d’autore

Il mocassino diventa stivale. Preziosissimo nella versione in coccodrillo nero issato su un micro plateau di cuoio lavorato a mano con una tecnica di infilatura per riprodurre la spina dorsale di un coccodrillo. Quando i particolari fanno la differenza…..

Eterei giacchini di piume declinati nelle tonalità pastello forniscono al look una leggerezza assoluta. Ed un romanticismo che si espleta su abiti sciolti su cui approdano lavorazioni degne della più alta couture

La Diva Bag si inchina al mood della collezione e si “veste” sia nella sua versione big che in quella mini dei bagliori aurei ed argentei grazie a trattamenti con stampe a caldo. Arricchiti da ricami metallici all over che ne esaltano la luminescenza

A completare il tutto l’immancabile pelliccia reiterpretata da Cavalli in chiave ultra light grazie a lavorazioni d’autore che mixano le tecniche della pellicceria all’estro stilistico.

Photo (powered by NOKIA C7) & Text by Cristina Mello-Grand

Annunci

Pubblicato il febbraio 26, 2011, in Backstage, Interview, Preview, Project, Uncategorized con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: