Archivio mensile:marzo 2011

L’ITALIA INCONTRA L’INDIA NELLE COLLEZIONI DI SCIARPE PYAAR


Nella lingua Hindi, “pyaar” significa “amore”: una parola che è la sintesi di tante passioni, di tante anime diverse, ciascuna con le proprie peculiarità. Intorno al simbolismo della parola ruota l’esperienza del marchio Pyaar di accessori tessili che vogliono rappresentare l’essenza di un nuovo mondo senza frontiere, dove culture lontane si fondono e si amalgamano. Frutti dei viaggi del creatore del marchio Walter Magnano soprattutto in India, oggi le creazioni del brand sono presenti in molti Paesi (Italia, Francia, Spagna, Svizzera, Austria, Germania, Belgio, paesi del NordEuropa, Giappone, Australia in boutique multimarca, in department e concept store. Pyaar rappresenta un accessorio, la sciarpa e i suoi derivati, trasversale alle stagioni e ai codici di gender uomo-donna, che si integra facilmente con diversi tipi di abbigliamento, per un mood easy chic morbido, sofisticato ma mai rigido né troppo strutturato.  E la parola ‘amore’ è  riconoscibile dal marchio distintivo, un piccolo cuore in metallo cucito nel bordo di ogni sciarpa.

I colori rosa perla e verde acqua sono protagonisti dell’estate 2011 di Pyaar, per un’atmosfera vacanziera e rilassata. Spensierate combinazioni di disegni multietnici che si intrecciano a lampi di luce nella linea Basic: filati metallici tessuti dai telai artigianali dei maestri indiani siintrecciano a fibre di lino, cotone, seta e lana in texture sempre innovative. Nella linea sportiva invece forti sono le suggestioni magrebine, in un richiamo alle geometrie ornamentali dei mosaici marocchini, combinando tra loro più strati per creare nuovi motivi a righe e a quadretti.

Per l’autunno/inverno 2011-12 le sciarpe, le kefieh e le stole Pyaar si calano in un mondo global, caratterizzato da viaggi e da spostamenti veloci di persone, oggetti e idee. Fashion-toys, accessori versatili che incarnano la mescolanza di suggestioni culturali di un mondo senza frontiere, con un tocco bohemien che si adatta ai più diversi stili personali. Avvolgente e vaporose, sono in grado di vestire come fossero un capo d’abbigliamento completo: grandi e lunghe, trasformiste ma mai ingombranti, sono sempre pronte ad allargarsi o a stringersi a seconda dell’occorrenza.

Le fantasie “brinate” ispirate alle atmosfere e alla natura delle foreste nordiche ispirano i motivi che si intrecciano sulle sciarpe e sulle kefieh.La brina, che trasfigura il paesaggio e dissolve le forme, si inserisce tra i motivi dei tessuti sfumandone i contorni:

Anche le sfumature calde della terra rossa dei campi da tennis e le tonalità dei mattoni a vista irrompono negli accessori della collezione invernale per inserti soft, decori, bordature e ricami discreti

Tutta la collezione si sviluppa su tessuti naturali: la lana nelle sue più diverse declinazioni, il cotone, la seta, il modal e una recente incursione in piccole percentuali dicachemire. L’effetto è raffinato e al contempo disinvolto e informale anche per le incurisoni delle atmosfere nipponiche e ai motivi damascati, che si intrecciano e mescola ai motivi pop anni ’60 al design anni ’50.

Tre i macropercorsi tematici a cui si ispirano tutti gli accessori della collezione. Il mondo delle marmette siciliane si evince nei  motivi geometrici e nelle linee morbide di tonalità naturali e sofisticate come il rosa, il cipria e il carne, passando dal beige al grigio con inserti verde salvia

Nelle sciarpe dalla linea basica trova posto uno stile androgino che si distingue per interventi di colore più intensi, come cipria o cherry.I tinti filo sovrappongono motivi tartan, quadri e righe che si ispirano alle flanelle di impronta casual. Nelle sciarpe più femminili, armature sottilmente goffrate ricche di fibre mixate sono la base per stampe piazzate dai tratti informali. Nelle kefieh, disegni vittoriani incorniciati da microstampe giapponesi si adornano di gruppi di nappine in contrasto.

Photo Courtesy by Pyaar Text by Redazione

OPEN TOE MUST HAVE PER LA P/E 2011 DI GERARDINA DI MAGGIO


E’ l’open toe uno dei must della stagione calda di Gerardina di Maggio. Tra tacchi alti e ballerine, caratterizzate dall’utilizzo di contrasti cromatici alternati a tinte sobrie e da applicazioni preziose, la designer ha creato per la Primavera/Estate 2011 una collezione femminile, decisa e raffinata.

Photo courtesy of press office, text by Chiara Zappacenere

ECOSOSTENIBILE E FIRMATO DAVINES IL “MIGLIOR STAND COSMOPROF 2011”


Firmato dal’architetto Shigeru Ban secondo principi ecosostenibili, lo scenografico stand di davines si è aggiudicato il titolo di “Miglior Stand Cosmoprof 2011”.  Interamente realizzato in materiali di derivazione naturale, lo stand è stato disegnato su modello dei templi shintoisti dall’architetto giapponese a sua volta specializzato nell’impiego di materiali riciclabili e sostenibili.

Photo by courtesy press office davines & Silvia Sammarro, text by Silvia Sammarro

THE FIRST PARTY BY THAKOON @ SOHO HOUSE BASEMENT, LONDRA


Il designer Thakoon Panichgul ha organizzato il suo primo party a Soho, Londra, a cui hanno partecipato molti suoi amici, tra cui Poppy Delevigne e Maria Charteris. A festeggiare lo stilista durante la sua prima festa londinese erano presenti inoltre la Principessa Elisabeth Von Thurn und Taxis, Rebecca Guinnes, Georgie Pownall, Cara e Delevingne Chloe, MacMillan Dan, Lara Bohinc, Edie Campbell, Jazzy de Lisser, Jackson Scott, Amber Atherton, Sasha Bailey, Marissa Montgomery, Nikolai von Bismark and Detmar Blow.

Mary Charteris, Thakoon, Poppy and DJ Misty Rabbit

Amber Atherton e Jazzy de Lisser

Bip Ling e The Clothes Whisperer

Il Conte e la Contessa von Bismark e il figlio Nikolai

Lucas White e Dan MacMillan

Marissa Montgomery e Jackson Scott

Thakoon e la Principessa Elizabeth von Thurn und Taxis

Poppy Delevingne e Danny Houston

Poppy Delevingne e Lara Bohinc

Poppy, Cara e Chloe Delevingne

Rebecca Guiness e Thakoon

Sasha Bailey

Soho House Basement

Photo Courtesy by Thakoon Text by Redazione


MAKE UP TREND – NUDE STYLE @ BURBERRY PRORSUM, LONDON FASHION WEEK


Sulla passerella londinese di Burberry Prorsum ha sfilato una collezione invernale dalle forme scolpite, con volumi enfatizzati indossati a contrasto su una silhouette affilata. Linee e costruzioni sono il pezzo forte di questo guardaroba, idealmente ispirato al carisma di Jean Shrimpton e all’arte scultorea di Barbara Hepwort.
Un gioco di volumi che il make up delle modelle, realizzato con i prodotti della nuova linea Burberry Beauty, ha traslato in un nude look capace di sottolineare i tratti del volto restando però cromaticamente sottotono.

Photo courtesy by Burberry Prorsum press office, text by Silvia Sammarro

URBAN DECAY. TUTTE LE NOVITA’ DELL’ESTATE


Cosa ci riserva l’estate di Urban Decay? La marca cosmetica californiana che quest’anno compie quindici anni di vita ed è famosa per prodotti must have come la palette Naked, le basi Primer Potion e le matite per occhi 24/7 ha presentato alla stampa una “bella” scorta di novità e limited edition in arrivo sugli scaffali di Sephora, distributore esclusivo di Urban Decay per il mercato italiano.

Prima new entry, la polvere abbronzante per viso e corpo Baked Bronzer, proposta con un nuovo packaging e già presente nelle nuance Baked e Gilded, è ora disponibile anche nel caldo color Toasted (in vendita a 25,00 euro)

Tutta dedicata alla nail art estiva la Palette Rollergirl Nail Kit: sei colori di tendenza, dal fucsia al viola passando per oro e champagne, per vestire di colore mani e piedi abbronzati (22,00 euro)

Per festeggiare i 15 anni della casa, età che nella cultura latinoamericana segna un momento di passaggio rituale dall’adolescenza all’età adulta, ecco la Quinceanera Bag, un beauty in perfetto stile Urban Decay: viola glitter, con tasca interna trasparente e chiusura a zip su tre lati per trovare tutto rapidamente (26,00 euro)

Nuova veste anche per l’iconica Primer Potion, la base per un make up impeccabile e a lunga tenuta proposto in un nuovo formato, un tubetto morbido, più facile da utilizzare fino all’ultima goccia disponibile (11 ml invece dei precedenti 10) e dosare con maggiore precisione la quantità necessaria. Dopo Original (nudo luminoso), Sin (champagne brillante) ed Eden (matte ambrato), ecco Greed, un dorato scintillante perfetto anche per l’angolo interno delle palpebre, sulle sopracciglia o da solo come illuminante (16,00 euro l’uno)

Rosa pop e naunce neutre nella Palette Rollergirl Eyeshadow, che abbina nella trousse con specchietto quattro ombretti, una matita occhi e un gloss scintillante (31,00 euro)

Ancora colore con i Lip Love Honey-Infused Lip Therapy: formula nutriente al profumo di miele e cinque nuance passepartout (16,00 euro)

Per eliminare il trucco waterproof senza aggredire la delicata area perioculare, il nuovo Meltdown Makeup Remover con acidi di frutta ed olio di avena, nutriente e protettivo (20,00 euro)

Ed infine i nuovi Mini Tatoo Set:  fiori esotici, piume, teschi e serpenti sono i temi dei nuovi tatuaggi temporanei (9,00 euro per ogni set)

Photo & text by Silvia Sammarro

Tod’s Art Plus Drama Party @ Whitechapel, Londra


Si è svolto la sera dello scorso 24 marzo 2011, presso la galleria d’arte contemporanea Whitechapel a Londra, il Tod’s Art Plus Drama Party. Diego Della Valle, Presidente del Gruppo Tod’s, Iwona Blazwick OBE, direttrice di Whitechapel Gallery, Jude Law e Mollie Dent-Brocklehurst, presidenti di Art Plus, insieme a Lucy Yeomans, direttore di Harper’s Baazar UK, hanno dato il benvenuto a una lunga lista di ospiti per una serata ricca di performances artistiche e teatrali. Durante la serata è stato anche proiettato il film “An Italian Dream”, frutto della collaborazione tra  Tod’s e il Teatro alla Scala, mentre Marta Romagna, Prima Ballerina della Scala, ha interpretato “Steel”, una performance creata appositamente per Whitechapel da Gianluca Schiavoni, primo coreografo del Teatro milanese. Tra gli ospiti il Principe di Grecia Nikolaos con la Principessa Tatiana, la giornalista e scrittrice Fatima Bhutto, la designer di gioielli Lara Bohinc, l’ artista di fama internazionale Dinos Chapman, la stilista Allegra Hicks, la giornalista e presentatrice televisiva Mariella Fostroup, il presentatore televisivo Gorge Lamb, l’artista internazionale Polly Morgan e la top model Astrid Munoz. In occasione della serata la galleria Whitechapel ha commissionato al pittore inglese Ian Davenport la personalizzazione di una D-Bag creata appositamente per l’evento, la “Tutti Frutti D-Bag 2011” (acrilico su pelle 45 x 45 x 20cm): il ricavato della serata sarà devoluto in beneficenza, in parte per il programma di educazione della galleria e parte per la ricostruzione post-terremoto in Giappone.

Jude Law:

Lucy Yeomans, Diego Della Valle and Iwona Blazwick:

Marta Romagna:

Mollie Dent – Brocklehurst:

Clara Paget:

Jeanne Marine e Fatima Bhutto:

Prince Nikolaos and Princess Tatiana of Greece:

Tiphanye and Dinos Chapman:

Photo Courtesy By Tod’s Text by Redazione

MAKE UP TREND – SENSUAL VS STRONG BY PATH MCGRATH @ DOLCE & GABBANA, MILAN FASHION WEEK


Per rendere la dualità maschile/femminile che ha ispirato la collezione Dolce & Gabbana Fall Winter 2011/12 la makeup artist Path McGrath ha utilizzato i colori e le texture della linea Dolce & Gabbana Make Up realizzando due look opposti: delicato, luminoso e sensuale per la parte femminile; strong e definito per quella maschile.

Sopra una base satinata, realizzata per tutte le modelle applicando The Foundation su tutto il viso con piccoli tocchi, mantenendo opaca la T-zone e trattando con un effetto wet tempie e guance, Path ha reso impeccabile il viso sfumando The Perfect Finish Concealer sotto l’area oculare.

“Ultra femminile, davvero splendido – ha commentato Path McGrath descivendo il look delle ladies -: molto sensuale, rosato, grazioso, radioso!”. Utilizzando le nuance Femme fatale di The Smooth Eye Colour Quad, Path ha sottolineato tutto l’occhio con un taupe scuro applicato sopra uno strato di idratante, creando una linea a mandorla e scurendo la piega della palpebra, portando il colore anche sotto le ciglia inferiori. Un tratto di The Eyeliner Crayon Intense in Black lungo la riga naturale delle ciglia superiori e un leggero passaggio di The Eyeliner Crayon Intense nella tonalità Nude all’interno dell’occhio hanno definito maggiormente lo sguardo, rifinito con l’ausilio di un tocco di matita nella tonalità Shimmer sull’angolo interno dell’occhio e mani successive di The Mascara Volumised Lashes.

The Blush Luminous Cheek Colour nella tonalità Warm è stato applicato con movimenti circolari sul contorno e il centro delle guance risalendo fino alle tempie, bilanciando la luminosità con un soffio di The Illuminator in Eva sugli zigomi e sulla fronte. Un mix di The Classic Cream Lipstick nelle nuance Glam and Dramatic, applicati con le dita, per disegnare le labbra. Cosmopolitan, Shocking e Fire sono invece le nuance utilizzate per la manicure realizzata con le tonalità più glam di The Intense Nail Lacquer.

“Bellissimo e strong. Mascolino ma ancora molto carino”, così Path McGrath ha definito il look al maschile, intensificato da una applicazione più carica della stessa palette ottenuta mixando i pigmenti ad un tocco di idratante, con ciglia ben incurvate dal mascara e sopracciglia disegnate e riempite nello stesso tono dei capelli. Per il viso Path ha evidenziato la struttura del volto con il contouring realizzato con The Luminous Cheek Colour nel colore Tan e utilizzato l’illuminante nel color Eva per la zona più alta delle gote. Labbra lasciate al naturale e unghie colorate con le nuance Platinum, Passione and Midnight hanno completato il tutto.



Photo courtesy by press office Dolce & Gabbana, text by Silvia Sammarro

IL LADY POP SHOW DI AMY GEE F/W 11/12


Con una sfilata organizzata nel corso dell’ultima fashion week milanese presso il Boscolo Exedra Hotel, il marchio Amy Gee ha presentato le proposte della collezione invernale, disegnata per una donna determinata e originale, dallo stile unico, in sintonia con i trend più nuovi ma anche pronta a lanciarne di propri.
Comics e pubblicità, musica e cinema, arte: l’indirizzo creativo della collezione Amy Gee è poliedrica quanto l’anima femminile. Cinque temi si contendono la collezione: un mix di inglese, scozzese e irlandese tradotto da pelle, quadri e micro fantasie dal blue navy al verde peacock con piccoli dettagli rosso cupo ed una predilezione per nero e grigio; un “pretty pop” dominato da bianco, rosa cipria e antracite per denim, anche a pois, lane misto angora e tinte degradeé; un militare ironico e sofisticato per la ragazza metropolitana, sempre in giro per il mondo, che sceglie nuance camouflage; una tendenza dominata da denim e t-shirt; ed infine una parte di abiti da cocktail con declinazioni sartoriali nei colori simbolo del brand, ovvero optic white, black e rosso ciliegia.

Photo by courtesy press office Amy Gee, text by Silvia Sammarro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: