GUCCI VOLA A PARIGI PER LA TERZA EDIZIONE DEI “GUCCI MASTERS”


Gucci vola a Parigi per la terza edizione dei Gucci Masters presso il Parc des Expositions a Villepinte. Frida Giannini, direttore creativo del brand accompagnata dal presidente e C.E.O Patrizio di Marco hanno presidiato il primo weekend del mese in corso, in compagnia di altri ospiti alle competizioni della durata di tre giorni. Gucci segue questa manifestazione e sponsorizza la gara benefica “The Style and Competition for AMADE”, promossa da Charlotte Casiraghi. Due i team che Gucci ha sostenuto. Il primo composto da Jemma Kidd e Hannah Selleck e il secondo da Charlotte Casiraghi e Edwina Alexander che si sono aggiudicate il primo posto.  Charlotte Casiraghi e Edwina Alexander (vincitrice del Global Champions Tour 2011) sono state sponsorizzate da Gucci per tutto l’anno e per le competizioni hanno indossato capi realizzati solo ed esclusivamente per l’occasione dalla designer.

Dodici le squadre che hanno gareggiato e sono stati valutati da una giuria composta da Stéphane Bern, Marcel Rozier e Virginie Couperie Eiffel. Ogni squadra era sostenuta da uno sponsor differente e gli introiti ottenuti tramite la competizione, che ammontano ad una cifra pari a 120.000 euro, sono stati devoluti a AMADE Mondiale. La World Association of Children’s Friends, fondata nel 1962 dalla Principessa Grace di Monaco, promuove e protegge i diritti dei bambini a livello internazionale. Non solo, Sabato 3 dicembre, si è tenuta la “Gucci by GUCCI Challenge”, sponsorizzata da Gucci Parfums. Una competizione originale che ha visto protagonisti i primi 10 cavalieri a livello mondiale sia nella categoria maschile che in quella femminile, vinto da Rolf Göran Bengtsson (SUE).

A concludere i tre giorni il “GUCCI GRAND PRIX”, evento che Il GUCCI GRAND PRIX, evento che ha coinvolto i quarantaquattro cavalieri migliori al mondo per un premio di ben 300.000 euro, tra cui spiccano il campione olimpionico e mondiale Eric Lamaze (CAN), il campione mondiale in carica Philippe Lejeune (BEL), Kevin Staut (FRA), Marcus Ehning (GER) nell’attuale team di campioni mondiali; Pius Schwizer (CHE), il campione europeo Rolf-Göran Bengtsson (SWE). Pénélope Leprévost ha vinto l’edizione di quest’anno del Gucci Grand Prix.

Durante le competizioni Charlotte Casiraghi ha indossato una camicia 70’s in crepe de chine color ciliegia, cinta in pitone laminato oro con chiusura torchon. Per Edwina Alexander invece, camicia in raso opaco azzurro e cinta in pitone laminato oro con chiusura torchon.


Fleur Lise Heuet, nella foto appena sopra, ha scelto una giacca in seta nera e borsa Jackie in camoscio nero con profili arancio. Accompagnata da Ana Girardot che ha invece indossato una blusa stampata e borsa “Seventies” con insert web verde-rosso-verde.

Jemma Kidd ha scelto una giacca smoking nera, pantaloni 70’s grigi, top nero con stemma GG oro e stivali a tacco alto.

Abito plissettato manica lunga in georgette rosa cipria della Collezione Cruise 2012, pump in vernice nera e borsa in camoscio verde della Linea Gucci 1973 per Rosario Dawson per il sabato. Per la domenica ha invece scelto una giacca smocking nera e occhiali da sole della Collezione Cruise 2012, maglia grigia, jeans skinny neri, stivali a tacco alto con plateau neri e borsa in camoscio verde della Linea Gucci 1973.

Photo by Press Office & Text by Maria Pallotta

Annunci

Pubblicato il dicembre 12, 2011, in Eventi, parterre, Project con tag , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: