Archivi Blog

TRASGRESSIONE URBAN TECHNO CHIC PER ALEXANDER MCQUEEN A PITTI UOMO


Alexander McQueen espone a Pitti Uomo di Firenze la collezione MCQ autunno inverno 2012/2013. I creativi successori dello stilista inglese, uno dei molti talenti usciti dalla Saint Martin’s School of Art di Londra, hanno concepito una collezione varia, fedele al mood “trasgressivo” del fondatore. In questa linea, come in molte altre esposte a Pitti, si ritrovano degli elementi che caratterizzeranno i fashion trend del prossimo autunno. Anzitutto, la co-presenza all’interno di uno stesso capo di più trame e lavorazioni con lo stesso materiale. Il risultato non è più un tessuto piatto, ma una lavorazione “ondulata”. Nella parte alta dei maglioni, ad esempio, viene proposta una trama più spessa e calda, nella parte bassa più leggera. Il fit, comunque, asciutto e skinny. A seguire, trench mezza lunghezza in pelle con collo in pelliccia, pantaloni slim fit tendenzialmente alla caviglia e con risvolto piccolo, giubbini corti composti da più materiali diversi. In uno di questi esemplari convivono nappa lucida, camoscio e dettagli in materiale tecnico. In pieno stile McQueen continuano inoltre ad essere riproposte le stampe (bandiere inglesi stilizzate e uccellini colorati inseriti nella vegetazione). Dulcis in fundo, chiodo in pelle con borchie, spille, alamari e applicazioni colorate.

Leggi il resto di questa voce

PRINGLE OF SCOTLAND. LA CAPSULE COLLECTION MASCHILE FIRMATA DAGLI STUDENTI DELLA CENTRAL MARTINS IN SCENA A PITTI UOMO


Un progetto che ha coinvolto una delle fashion school più celebri al mondo, quello che ha visto protagonista Pringle of Scotland: il marchio di knitwear ha infatti presentato il 15 giugno durante Pitti Uomo la collezione maschile (foto) realizzata in collaborazione con gli studenti della Central Martins School of Art and design di Londra, che vanta la formazione di designers del calibro di Christopher Kane e Alexander McQueen. I ragazzi per la creazione dei capi hanno potuto attingere al vasto archivio dell’azienda scozzese fondata a Hawick nel 1815, ispirandosi grazie ad un accurato lavoro di ricerca che ha dato alla luce rielaborazioni dei capi storici del brand. E’ stato così possibile per loro rendere omaggio ai pezzi iconici del marchio, riprendendo ad esempio il motivo argyle, inventato da Pringle of Scotland. Ha avuto così origine una capsule collection da uomo dai motivi geometrici presentata durante la manifestazione fiorentina della moda maschile per la primavera/estate 2012, accompagnata da una dedicata alla donna presentata precedemente a Londra durante la fashion week dello scorso febbraio. “E’ estremamente importante per i ragazzi avere l’opportunità di ottenere spunti creativi da aziende che vantano un così ricco patrimonio di tecniche manifatturiere – spiega a Modaonline Louise Wilson, direttrice del MA Fashion Course della Central Martins School of Art and design – questa grande possibilità fornisce loro inesauribili spunti creativi, permettendo di rielaborare con una visione moderna capi che fanno parte della storia e portando avanti tutto quel savoir faire di cui Pringle of Scotland è portavoce da centonovantasei anni di storia”.

Photo & Text by Monica Codegoni Bessi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: