Archivi Blog

GUCCI FESTEGGIA IL 90ESIMO ANNIVERSARIO CON LA MOSTRA “JACKIE SPECIAL DISPLAY”


Domani 15 luglio sarà presentata nella boutique di Gucci a Capri la mostra “Jackie Special Display”, che in onore del 90esimo anniversario della griffe, celebra uno degli accessori più iconici del marchio, la borsa Jackie. Colonna portante degli archivi della maison, la borsa Jackie occupa un posto molto speciale nella storia della casa di moda. Creata per la prima volta negli anni Cinquanta, il modello diventò l’accessorio preferito di Jacqueline Onassis, fotografata molte volte, durante gli anni Sessanta, con diverse versioni di questa borsa al braccio. La mostra fa tappa oggi giovedì 14 luglio nel negozio di via Camerelle a Capri e rimarrà aperta al pubblico fino a domenica 17 Luglio. “Jackie Special Display” viaggerà poi per tutta Europa: le prossime tappe saranno Forte dei Marmi dal 28 al 31 Luglio, e poi Parigi e Zurigo.

L’ex first lady degli Stati Uniti era così affezionata a questo modello che la borsa venne presto soprannominata “La Jackie”

Con il design e la ricercata produzione artigianale fiorentina, la New Jackie è frutto di un approccio innovativo, ma senza tempo, ai rigorosi codici del lusso di Gucci, catturandone l’appeal universale dell’originale di successo. In termini di design, la borsa ricorda la sua antenata nella forma arrotondata e nei dettagli che la contraddistinguono, ma è rinnovata da tocchi contemporanei nelle dimensioni, nuove e più grandi dell’originale, e nella costruzione, destrutturata e morbidissima. Le borse sono costruite in maniera ricercata con preziosi pellami come coccodrillo, pitone, struzzo, morbidissimo vitello neo zelandese e suede. Questi materiali lussuosi sono stati trattati e lavorati per creare una struttura incredibilmente morbida. Ogni dettaglio è stato creato con attenzione, incluse le grandi e singolari impunture in pelle, fatte a mano e prese in prestito dalle tecniche uniche usate dagli artigiani fiorentini per creare le selle. Questo raro e complesso tipo di impuntura rafforza la qualità e la bellezza della borsa dall’interno e dall’esterno: non sorprende che la realizzazione di ogni borsa New Jackie richieda dalle sette alle tredici ore a seconda del tipo di pellame

Leggi il resto di questa voce

Annunci

IL DEBUTTO DI ANDREA POMPILIO DURANTE MILANO MODA UOMO


Un debutto in grande stile quello che ha visto protagonista Andrea Pompilio, che ha presentato la sua prima collezione maschile a suo nome durante la settimana della moda maschile appena conclusasi a Milano. Lo stilista, che ha alle spalle una solida esperienza maturata in alcune delle più importanti griffe dell’universo del fashion come Ysl, Prada e Calvin Klein, ha dato vita a capi creati analizzando quelli classici del guardaroba maschile e rielaborandoli con dettagli unici che rispecchiano la sua visione della moda e parlano del suo passato. Ne consegue una collezione di sapore sartoriale, ma arricchita con elementi a sorpresa di ispirazione worker e anche tecnica. All’ insegna di un’eleganza che privilegia i particolari per cappotti, camicie, cardigan, pantaloni e giubbotti che strizzano l’occhio al mondo dell’aviazione, della sua infanzia e quello militare.

Il pantalone, rivisitazione del trousers chino cool americano, è a vita alta, di vestibilità morbida, stretto sui fianchi dalla cintura nello stesso tessuto e si porta, a stringere, con il risvolto sulla caviglia:

Il pantalone si arrichisce, inoltre, di dettagli particolari: le pences si allungano e lungo la gamba, fa capolino una piccola tasca, per contenere piccoli oggetti. Una proposta che porta alta la bandiera della praticità:

Il classico montone è dissacrato, trattato al rovescio. Il tessuto che normalmente si trova all’interno fa invece bella mostra di sé all’interno, rimettendo in gioco tutte le regole di questo capo classico da uomo:

L’interno della classica doppiopetto in pied-de-poule vanta la fodera in pelo di cammello. Dettaglio inusuale, in quanto normalmente viene utilizzato all’esterno per fornire rigidità alla giacca:

La cintura che stringe il pantalone my chino riporta i dettagli del trench dell’esercito, che veniva tenuto insieme da una sottile striscia di tessuto con bottone durante le esercitazioni:

Il giubbotto da aviatore in pelle è modificato a sorpresa con delle zip laterali che si possono aprire, per mostrare i capi sottostanti, nella sua idea del vestire sovrapposto: i vari capi sono infatti pensati per essere indossati uno sopra l’altro, in abbinamento di colori o tessuti

Le t-shirts, superfini, realizzano l’idea di maglieria smacchinata: hanno il taschino interno e le maniche a tre quarti, volutamente da arrotolare, in un mood easy ma chic

Dettagli in velcro fanno capolino nel corto giubbotto motorcycle in panno vede l’accostamento dei colori blu e nero. Vanta moltizip e applicazioni di velcro come segni grafici, e l’interno è sempre in cammello

Il parka è proposto in colori naturali come il ruggine, ma non solo. Non manca la proposta che vede la graficità del bianco e del nero

Il montone blu è rovesciato, in un omaggio ai peoluches dell’ infanzia:

L’ idea della tuta da lavoro è sviluppata però in caldo bouclé di lana al posto dell’ usuale cotone, con applicazioni in velcro

I cardigan, che possono essere indossati anche da soli al posto del capospalla sono mega, oversize, in colori come blu e giallo, e hanno bottoni in colore oro e nero a contrasto

La camicia di gusto più elegante è finta tuxedo con colletto sfrangiato e riporta l’idea di plastron non terminato

La collezione si completa con calzature che mescolano l’idea della scarpa da montagna, le sneakers e il classico mocassino. Il fondo è leggerissimo in gomma leggera, con righe blu e fragola, per un tocco vivace a sdrammatizzare colori blu, vinaccia, marrone e giallo ocra

I lacci sono in cuoio grezzo naturale:

Photo & Text by: Monica Codegoni Bessi

L’ELEGANTE DANDY STYLE DI BOSS SELECTION PROTAGONISTA A PITTI UOMO 79


I capi della nuova collezione autunno/inverno 2011-12 firmati Boss Selection sono andati in scena durante il salone Pitti Immagine uomo in una suggestiva location, uno stand spazioso su due piani, a ricordare le sembianze di un lussuoso chalet d’alta montagna. Ed è proprio pensando ad un uomo che ama la preziosità dei dettagli, un elegante dandy raffinato, che affianca impeccabili completi a proposte più casual come piumini giacche ma sempre dall’ allure sofisticata.  I colori sono caldi e naturali, e spaziano dalle tonalità del marrone passando per il grigio e l’antracite, fino ad arrivare al bianco. Per gli accessori, fanno bella mostra di sè grandi weekender dalle maxi dimensioni, per un uomo moderno che ama viaggiare.

Photo & Text by: Monica Codegoni Bessi

LE PICCOLE PRINCIPESSE GIOCANO A FARE LE GRANDI CON LE CREAZIONI DI ASSO


Tante le proposte di Asso viste all’edizione di Micam Shoevent per vestire i piedi delle piccole principesse: dalle ballerine romantiche e garbate dal blu al bianco con riflessi siderali e dettagli come cuoricini-charms o fiocchi di strass, alle bebè arricchite da pietre multicolor, passando per i sandali in vernice blu, rossa e fucsia. Senza dimenticare le infradito, per fare il verso alle sorelle maggiori o strizzare l’occhio alla mamma.

Photo & Text by: Monica Codegoni Bessi

UNA DONNA ROMANTICA PER ERMANNO BY ERMANNO SCERVINO


Romantic mood: questo il leitmotiv della collezione estiva 2011 di ERMANNO Ermanno Scervino. Capi in tonalità cangianti di verde militare e sabbia, oltre al grigio madreperla, osannano la femminilità grazie alle stampe maculate che sfumano in tinte pastello nei cotoni leggeri, e piccoli volant e rouches regalano sognanti dettagli ai pagliaccetti in seta. I mini abiti sono leggeri, le gonne corte e le giacche sono rese impalpabili grazie al nylon effetto carta. Pizzo per le maglie e sangallo-nylon creano volumi morbidi, e l’ispirazione anni ’60 trova posta nei trench e nelle camicie, insieme ad accessori in tinte naturali.

Photo by: Cristina Mello-Grand Text by: Monica Codegoni Bessi

L’UOMO ROCK & STRONG DI PHILIPP PLEIN #2


Accessori e particolari dal deciso gusto strong: sono queste le proposte per la prossima primavera/estate 2011 di Philipp Plein. Nero, marrone e blu, e moltissime sfumature di grigio. I dettagli? Color argento lucente per le macroiniziali delle felpe, e simboli presi a prestito dall’universo musicale, rivisitati in chiave luxury. Ovviamente forti, per lasciare il segno.

Photo & Text by: Monica Codegoni Bessi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: