Archivi Blog

NUOVA SEDE ECO FRIENDLY PER AVEDA ITALIA


“La nuova sede e centro tecnico di Aveda Italia è stata studiata per mettere in rilievo quelli che sono da sempre i valori del brand. E’ importante per noi essere un esempio concreto di impegno e responsabilità per tutto il nostro network. Lo spazio, i materiali scelti e tutti gli accorgimenti studiati trasmettono appieno il messaggio di Aveda: chiunque può fare qualcosa per il bene del nostro pianeta. Questo è ciò per cui abbiamo tanto lavorato e che vogliamo condividere con voi, nella nostra nuova casa”. Con queste parole Alfonso Emanuele De Leon, General Manager di Aveda Italia, annuncia l’opening del nuovo headquarter Aveda: 300 mq panoramici all’ottavo piano del palazzo al 40 di via Turati, divisi tra gli uffici del team Aveda Italia ed il centro tecnico con le due aree distinte dell’Hair Styling e della SPA. Coerente alla sua filosofia ecocompatibile, l’uso della parete garden, che rigenera l’aria e isola termicamente, e di speciali vernici che abbattono gli inquinanti tossici presenti nell’aria; arredi e postazioni a basso impatto ambientale; accorgimenti anti-spreco per luce e acqua; impiego esclusivo di energia proveniente da fonti rinnovabili. Oltre ai benefit “verdi” che Aveda ha scelto per i suoi dipendenti: la fornitura di frutta e verdura biologiche e l’abbonamento annuale al servizio di bike sharing.

Annunci

MICAM: EL NATURALISTA CAMMINA SUI SENTIERI DELLA CONSAPEVOLEZZA


“Quando ci prendiamo cura del nostro pianeta, il pianeta si prende cura di noi” così recita una delle dieci leggi della rana di El Naturalista, tappa di Micam che mostra la moda come una via per poter promuovere un forte messaggio di consapevolezza sociale ed ecologica. I materiali del futuro sono quelli eco-sostenibili, che uniscono il comfort alla tutela dell’ambiente.

El Naturalista sostiene il progetto Autachi, che si occupa di migliaia di bambini bisognosi offrendo loro tutte le cure necessarie ed un’educazione. Attualmente, le energie sono concentrate nella costruzione di una “City of Hope”, nella quale verrà data la possibilità a 113 bambini di ricostruire la propria vita

Photo by Umberto Primiceri & Text by Elettra Nicotra

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: