Archivi Blog

RE/EDITION: LA MOSTRA-PROGETTO DI LIMITED/UNLIMITED IDEATA DA ALTAROMA E YOOX.COM


Una mostra in scena a Roma, presso il Palazzo della Civiltà Italiana dallo scorso 8 luglio ma anche online: è Re/Edition, la mostra-progetto speciale, anche virtuale, di Limited/Unlimited ideata da AltaRoma in collaborazione con lo store virtuale di moda e design multi-brand leader al mondo yoox.com che intende rappresentare la nuova anima della manifestazione, ovvero l’avanguardia che artigianale incontra la tradizione sartoriale dando vita alla neocouture. Roma intende così essere sempre più ponte fra passato, presente e futuro, rendendo la mostra simbolo della progettualità stessa di Altaroma, per creare un trait d’union fra le maison storiche, la contemporaneità dei giovani designer e l’universo di Internet. Obiettivo concretizzato con l’esposizione di un capo iconico di otto maison storiche reinterpretato da otto giovani designer che hanno messo a frutto la loro creatività, traducendoli in must have del presente, realizzando pezzi unici da collezione disponibili in esclusiva su yoox.com che è possibile prenotare, semplicemente dall’ iPad, o dal proprio computer, oltre ad accedere a contenuti speciali e video inediti realizzati per il progetto che vede l’opera di Albino e Alberto Fabiani, Leitmotiv e Simonetta, Max Kibardin e Albanese, Micaela Calabresi Marconi e Saddlers Union, Sara Lanzi e Albertina, Sergio Zambon e Irene Galitzine, Silvio Betterelli e André Laug, e infine Gherardini e Nicole Brundage, che afferma: “Di recente sono stata alla Gagosian Gallery di New York dove era in mostra di un artista di nome James Turell. Le sue opere esplorano le diverse possibilità di utilizzo della luce come mezzo di percezione. Mentre stavo selezionando i materiali che avrei potuto usare per la borsa di Gherardini, mi sono ricordata la mostra e ho notato un materiale, chiamato ‘Specchio’, che sembrava riflettere intensamente la luce. Ho pensato che sarebbe stato interessante fare della borsa un oggetto che richiamasse l’attenzione attraverso i suoi riflessi, sia alla luce del sole sia con la luce artificiale. Mi entusiasmava l’idea dell’argento riflettente, il più possibile simile ad uno specchio, aggiungendo anche il manico in argento. Così ho esplorato la possibilità di realizzare una borsa che interagisse con l’ambiente circostante e alle reazioni che avrebbe potuto provocare”.

Max Kibardin e Albanese:

Il capo iconico di Albanese di partenza del 1956

Il bozzetto di  Max Kibardin della creazione per Re/Edition

La scarpa di  Max Kibardin e Albanese disponibile in esclusiva su yoox.com

Leggi il resto di questa voce

Annunci

LO STILE RETRO RILETTO IN CHIAVE CONTEMPORANEA DI FURLA


Essenziale, moderna, elegante. Per l’autunno-inverno 2011/2012 la donna Furla sceglie lo stile rétro e il rigore tutto femminile di linee ispirate agli anni ’50, ma con un twist contemporaneo. Passato e presente si incontrano in una collezione che coniuga classico e moderno, geometria e colore, materiali soft e linee pulite. Le borse a mano, di dimensioni piccole o medie, come da tradizione hanno doppi manici dal design raffinato, ma sono arricchite da zip e borchie che ne evidenziano il carattere e la pulizia dei tagli. Mentre le tracolle indossate a spalla sono il complemento ideale al daywear più casual, portate come clutch attorcigliando morbidamente la tracolla al polso diventano l’accessorio perfetto per un look formale o un abito da cocktail. I colori sono leggeri e luminosi e accendono materiali importanti, dalle textures materiche, come il cavallino, la mongolia, lo struzzo e il cervo. La palette cromatica prevede punte di colore puro inedite per la stagione invernale: si va dai falsi bianchi come latte e ghiaccio a tenere nuance pastello, fino a un’esplosione di toni molto caldi, come l’arancione, il rosso e il bordeaux brillante, per un anticipo di primavera. Con le calzature ci si cala nelle atmosfere conturbanti di un jazz club, con i suoi colori rarefatti e l’eleganza decadente. Disegnate da Max Kibardin, sono femminili e sexy e vedono protagonista lo tivaletto alto sopra la caviglia con allacciatura sul davanti realizzato in vitello con la suola in gomma effetto carrarmato abbinata ad un tacco molto femminile. Originale, colorata e iconica, è invece la collezione Leitmotiv for Furla Talent Hub, che  si ispira all’universo affascinante e misterioso dei tarocchi, celebrando con l’originalità che caratterizza la coppia di giovani designer il mondo della divinazione e della magia, in un’accezione più ludica che esoterica.Una collezione surreale e divertente che nasce in questa stagione ma che proseguirà anche per la primavera-estate 2012. Le borse sono leggere e capienti per il giorno, hanno linee pulite e dettagli funzionali, come le lunghe zip che ne consentono un utilizzo facile e immediato. Mentre per la sera tornano modelli ricercati, preziosi, dal tocco rétro. Divertente l’inserimento di piccole carte-charms e completano la proposta sciarpe e foulard, realizzati con tessuti morbidi e colorate da stampe a tema. Il tessuto è invece il punto di partenza della capsule collection ‘Le Mille e una Notte’  disegnata da Francesca Colussi per FurlaTalent Hub, e da vita a immagini, suggestioni e storie legate al passato ma rilette in chiave contemporanea grazie a originali accostamenti di colori e pattern. Ne deriva una minicollezione di quattro borse, capienti, pratiche e dal look casual-chic realizzate in nylon imbottito e reversibile e dalla forma sinuosa che ricorda quella di un’anfora, e un design pulito. La gamma cromatica va dall’azzurro e rosa del cielo al tramonto al rosso e all’arancione dei tatuaggi all’henné, fino al taupe della terra arsa dal sole. Completano la proposta anche alcuni foulard, in perfetto stile Mille e una Notte.

Photo & text by Monica Codegoni Bessi

LA CREATIVITA’ ILLIMITATA DI LIMITED/UNLIMITED #2


Prosegue il viaggio all’interno della Biblioteca Casanatense che, durante la recente edizione di AltaRoma ha ospitato la seconda edizione di Limited/Unlimited  ”Small Objects of Desire” progetto culturale che prende in esame l’oggetto come unicum sia esso un abito, un gioiello, una scarpa, una borsa o un accessorio. Un autentico manifesto di individualità stilistica ispirata al contempo al passato ed al futuro.

Guardaroba di Signora – L’alta moda italiana dagli anni ’60 agli anni ’80 in mostra

Max Kibardin

Guardaroba di Signora – Le creazioni storiche dei Couturier tra libri e manoscritti preziosi

Moi Multiple – ABITO NUVOLA – Strisce di organza nere, fumo e blu sfumato, rifinite con un mezzo ajour, sono arricciate a manichino a creare un effetto leggerissimo

Betony Vernon – THE SOUL-LESS SHOES – Argento collezione Paradise Found Fine Erotic Jewellery

Guardaroba di Signora

Diego Dolcini

Edo City – MICROCAPSULE – Unico e divisibile, composto da tre pezzi che si modellano e si personalizzano come Hakama, borsa o wrapping cloth, coprispalle impermeabile

Fabio Salini – GALUCHAT – Braccialetto rosa in razza con tormaline verdi e diamanti. Braccialetto verde in razza con smeraldi e diamanti

Edward Buchanan – BOILER SUIT – Tuta intera in maglia di jeans distrutta

Text by Cristina Mello-Grand – Photo by Cristina Mello-Grand & Altaroma/Ciro Meggiolaro/Allucinazione

Max Kibardin preview


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: