Archivi Blog

CELEBRITIES @ Y3 YOHIJ YAMAMOTO FASHION SHOW, NEW YORK


Dwight Howard, Samuel L. Jackson, Michael Pitt e Peaches Geldof e tanti altri ancora. Vip che in questi giorni presiedono ai fashion show di New York per la presentazione delle collezioni primavera/ estate 2012. Questa è la volta di Y3 Yohji Yamamoto che a Soho ha presentato una collezione ispirata a Londra in occasione delle prossime Olimpiadi.

Leggi il resto di questa voce

LONDON CALLING PER IL BACKSTAGE FIRMATO Y3 @SOHO, NEW YORK


Passerella ancora silente e backstage affollato. La collezione portata in passerella a New York da Yohji Yamamoto per la prossima primavera/estate 2012 è dedicata a Londra, capitale che ospiterà le prossime olimpiadi.  Tessuti dai pattern scozzesi, total black e “Union Jack”, leggeri e voluminosi per capi workwear e sportswear che rimandano ad uno stile londinese, non troppo punk, non troppo chic.

Acconciature semplici e pulite per le modelle firmate Y3.Capelli appena raccolti da una coda bassa e make up stile acqua e sapone. Un unico dettaglio irrompe il silenzio, il lipstick dai colori intensi

Leggi il resto di questa voce

CANTANTI, COLLEZIONISTI E FAN PER IL LANCIO DI SNEAKERPEDIA @ NEW YORK # 2


Centinaia di collezionisti di sneakers, appassionati e opinion leader da tutto il mondo si sono uniti lo scorso martedì 17 maggio per celebrare il lancio di Sneakerpedia.com, la nuova piattaforma online realizzata per dare risalto alla comunità delle sneakers. Sponsorizzato da Foot Locker, l’’evento si è tenuto nell’underground floor Good Units dell’Hotel Hudson a New York. Alcuni nomi di rilievo della cultura delle sneakers hanno partecipato all’’evento per celebrare il lancio e sperimentare dal vivo la piattaforma. Il famoso rapper Bun B, DJ Clark Kent, Greg Street e Mayor della famosa crew di sneakers Addicted to Fresh (ATF), hanno intrattenuto il pubblico presente, presenti insieme ad altre personalità come Bobbito Garcia, Elliott Curtis, Jonathan Mannion, Marco Colombo e Jay Smith. Inizialmente lanciata con un evento beta a Londra lo scorso dicembre, la piattaforma è la vetrina di pezzi unici, tesori mai visti prima e delle più grandi collezioni indipendenti di alcuni dei più grandi appassionati di sneakers al mondo. Utilizzando l’intuizione del wiki, il contenuto che alimenta il portale è fornito, monitorato e condiviso dagli stessi user. Dietro le quinte c’’è il gigante del footwear Foot Locker, che ha contribuito a fondare questa conoscenza in tema di sneakers generata dagli user, creata come omaggio alla comunità a cui è dedita da 35 anni, permettendo ai collezionisti di tutto il mondo di incontrarsi virtualmente e condividere la loro cultura, le proprie opinioni ed esperienze, incoraggiati a condividere le proprie collezioni tramite i profili personali mettendo a disposizione le immagini delle sneakers con le loro informazioni dettagliate come il nome del brand, il colore, la tipologia di cuciture, la data di release, così come a raccontare la storia personale che li lega a quella scarpa. Le collezioni di Kish Kash e Ghettrocentricity dal Regno Unito, Jay Smith dalla Francia, Marco Colombo dall’’Italia, DJ Clark Kent e Bobbito Garcia dagli USA, e molti altri, sono qui disponibili per essere ammirate, condivise e commentate.

Photo Courtesy by Press Office Text by Redazione

CELEBRITIES @HUGO REOPENING – SOHO, NY


Numerose le celebrities presenti alla riapertura dello Hugo store posizionato a New York nel quartiere SoHo. Erano presenti a festeggiarlo l’attrice Chloe Sevigny in abiti Hugo, l’attore Alex Pettyfer vestito anche lui Hugo e Olivia Palermo.

Il reopening dello store è stato animato dalla musica del DJ Paul Sevigny. L’ambiente moderno è caratterizzato da un sapiente utilizzo degli spazi e di sfumature cangianti di grigio, messe in risalto dal colore rosso tipico della firma del gruppo. Elementi tessili, lucide finiture laccate e ampie pavimentazioni in legno convivono in un perfetto equilibrio dando vita ad un allestimento capace di valorizzare l’intera collezione Uomo e Donna di Hugo, compresa l’offerta di calzature, accessori e profumi. Arricchiscono l’ambiente elementi visivi come i temi ispirati alla nuova collezione, quali ad esempio le riproduzioni su grande scala di motivi grafici che rappresentano la struttura a griglia delle strade di New York.

Photo Courtesy of Press Office, text by Redazione

CANTANTI, COLLEZIONISTI E FAN PER IL LANCIO DI SNEAKERPEDIA @ NEW YORK#1


Centinaia di collezionisti di sneakers, appassionati e opinion leader da tutto il mondo si sono uniti lo scorso martedì 17 maggio per celebrare il lancio di Sneakerpedia.com, la nuova piattaforma online realizzata per dare risalto alla comunità delle sneakers. Sponsorizzato da Foot Locker, l’’evento si è tenuto nell’underground floor Good Units dell’Hotel Hudson a New York. Alcuni nomi di rilievo della cultura delle sneakers hanno partecipato all’’evento per celebrare il lancio e sperimentare dal vivo la piattaforma. Il famoso rapper Bun B, DJ Clark Kent, Greg Street e Mayor della famosa crew di sneakers Addicted to Fresh (ATF), hanno intrattenuto il pubblico presente, presenti insieme ad altre personalità come Bobbito Garcia, Elliott Curtis, Jonathan Mannion, Marco Colombo e Jay Smith. Inizialmente lanciata con un evento beta a Londra lo scorso dicembre, la piattaforma è la vetrina di pezzi unici, tesori mai visti prima e delle più grandi collezioni indipendenti di alcuni dei più grandi appassionati di sneakers al mondo. Utilizzando l’intuizione del wiki, il contenuto che alimenta il portale è fornito, monitorato e condiviso dagli stessi user. Dietro le quinte c’’è il gigante del footwear Foot Locker, che ha contribuito a fondare questa conoscenza in tema di sneakers generata dagli user, creata come omaggio alla comunità a cui è dedita da 35 anni, permettendo ai collezionisti di tutto il mondo di incontrarsi virtualmente e condividere la loro cultura, le proprie opinioni ed esperienze, incoraggiati a condividere le proprie collezioni tramite i profili personali mettendo a disposizione le immagini delle sneakers con le loro informazioni dettagliate come il nome del brand, il colore, la tipologia di cuciture, la data di release, così come a raccontare la storia personale che li lega a quella scarpa. Le collezioni di Kish Kash e Ghettrocentricity dal Regno Unito, Jay Smith dalla Francia, Marco Colombo dall’’Italia, DJ Clark Kent e Bobbito Garcia dagli USA, e molti altri, sono qui disponibili per essere ammirate, condivise e commentate.

Photo Courtesy by Press Office Text by Redazione

LE POETICHE BALLERINE IN ORO BIANCO E DIAMANTI DI VAN CLEEF & ARPELS


Il balletto Jewels, ispirato alle creazioni di Van Cleef & Arpels, è in scena a Milano fino al 26 maggio: un’occasione per la maison di gioielleria di presentare i pezzi più significativi della collezione “Ballet Précieux”.Tra Van Cleef & Arpels e la danza esiste infatti una storia d’amore che dura da molto tempo: quello della ballerina è infatti un tema presente nelle collezioni fin dal 1940. All’inizio degli anni Sessanta, il celebre coreografo Georges Balanchine passa davanti alle vetrine di Van Cleef & Arpels sulla Quinta Strada di New York e rimane affascinato dalle creazioni della maison, in particolare dalle spille a clip ‘ballerina’. Incontra Claude Arpels e i due concepiscono insieme il progetto di un balletto ispirato a questo magico universo. Così, con il supporto di Van Cleef & Arpels, il 13 aprile 1963 al Lincoln Center di New York va in scena la première di Jewels. Il balletto è suddiviso in tre atti: Emeraudes, su una musica romantica di Gabriel Fauré, Rubis, con Igor Stravinsky, ispirato dalla foga del jazz americano, Diamants, con gli accenni alla Russia Imperiale della Terza Sinfonia di Tchaïkovski. Oggi, Jewels riafferma la propria contemporaneità grazie all’audacia della coreografia, ai ritmi contrastati della musica e al fascino di un tema senza tempo. Per l’occasione, Van Cleef & Arpels presenta nella boutique di Via Pietro Verri 10 una selezione dei gioielli più importanti della collezione Ballet Précieux, dedicata al mondo della danza. Tre vetrine ne celebrano il tema: Emeraudes, Rubis, Diamants. Tra i pezzi più emblematici della collezione figurano due spille a clip ‘ballerine’: Pulcinella e Isadora. La prima porta il nome dell’eroina di un balletto di Stravinsky, è in oro bianco e diamanti bianchi, rosa e grigi. Il volto è un diamante tagliato a rosa. La seconda, creata in omaggio alla grande danzatrice Isadora Duncan, è anch’essa in oro bianco e diamanti bianchi e colorati. Oltre alle ballerine, i cui tutù sono spesso lavorati con la celebre tecnica del Serti Mystérieux™ di Van Cleef & Arpels, la collezione presenta sontuosi collier dai mille colori e dai nomi evocativi: Sacre du Printemps, Parade, Lac des Cygnes, Bayadère e Coppelia.

Clip Gloria

Clip Pulcinella

Clip Ballerine Meninas

Clip Isadora

Photo Courtesy by Van Cleef & Arpels Text by Redazione 

LE RAFFINATE CREAZIONI DI CHANEL AL COSTUME INSTITUTE GALA BENEFIT @MET, NEW YORK


Parata di star all’edizione 2011 del “Costume Institute Gala Benefit”, l’ evento benefico che si svolge ogni anno al Metropolitan Museum di New York e ha visto sflilare sul red carpet gli abiti da sera delle più importanti maison internazionali. Tra queste, anche Chanel, che ha vestito attrici e cantanti del mondo del cinema e della musica.

L’attrice Freida Pinto ha indossato il look 51 della collezione Haute Couture primavera/estate 2010

L’ attrice Kirsten Dunst ha invece indossato il look 54 della collezione Haute Couture autunno/inverno 2010

La modella britannica Stella Tennant ha scelto il look 33 della collezione Haute Couture primavera/estate 2010 con bracciali “Dentelle de Camélia” in oro bianco 18 carati e diamanti di Chanel Joaillerie

Amanda Harlech ha optato invece per il look 30 della collezione Haute Couture primavera/estate 2011

Blake Lively, attrice della serie televisiva Gosspi Glirl,  ha indossato il look 55 della collezione Haute Couture autunno/inverno 2009/10

La cantante statunitense Janelle Monae ha infine indossato la blusa bianca del look 15 della collezione pret-à-porter autunno/inverno 2011 con un pantalone in satin nero e la clutch, sempre firmata Chane, con spilla “Camelia Resille” in oro bianco 18 carati e diamanti, oltre all’anello “Camelia Nervure”  in oro bianco 18 carati, diamanti bianchi e neri della collezione Chanel Joaillerie

Photo Courtesy by GETTY e Billy Farrell/BFAnyc.com, Text by Redazione

DIESEL BLACK GOLD BACKSTAGE @ NEW YORK FASHION WEEK


Un backstage ampio ed affollato, quello di Diesel Black Gold a New York. Tra modelle, hair stylist  e truccatori Renzo Rosso rilascia interviste, saluta gli amici e accoglie i suoi guest star. Il tutto in un clima assolutamente rilassato anche quando l’adrenalina aumenta a pochi attimi dall’accensione dei riflettori della passerella dove va in scena una donna metropolitana, raffinata e testardamente pretenziosa che Sophia Kokosalaki ha disegnato ispirandosi alle divise militari del 18simo e 19simo secolo conservate nel Victoria & Albert Museum di Londra…

Photo by Domitilla Pecar – Text by Cristina Mello-Grand

STRANGE PEOPLE @ NEW YORK FASHION WEEK #2


Chiuse le passerelle newyorkesi il “circo della moda” si è trasferito a Londra in attesa di approdare a Milano per poi concludre il tour a Parigi. Ultimi scatti dalla Grande Mela per documentare i look originali e talvolta sopra le righe del grande popolo che ruota attorno al fashion system…

Photo by Domitilla Pecar – Text by Cristina Mello-Grand

IL POLIEDRICO GUARDAROBA SCOMPONIBILE DI MM6 MAISON MARTIN MARGIELA


Una collezione capace di esasperare il concetto di recupero, trasformazione e reinterpretazione, pilasti della filosofia della Maison Martin Margiela, quella proposta in piena fashion week newyorkese dalla capsula MM6, nata nel 1997, che evolve verso una vera e propria linea realizzata, per l’A/I 2011/2012 in collaborazione con la boutique Opening Ceremonony di Manhattan. In un eterno gioco di intercambiabilità capace di moltiplicare le funzioni d’uso e le interpretazioni del guardaroba femminile la giacca in pelle nera trapuntata foderata in nylon beige si divide in due facendo vivere la fodera di luce propria in qualità di giacca impermeabile. In un continuo loop che approda anche sugli accessori dove il tronchetto si trasforma in stivale grazie ad una ghetta fasciante e la borsa si compone e scompone a seconda delle esigenze d’uso.

Photo by Domitilla Pecar Text by Cristina Mello-Grand

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: