Archivi Blog

ISPIRAZIONI BRITISH PER IL GIORNO E ATMOSFERE SOFISTICATE LA SERA PER LUISA SPAGNOLI #2


Nella collezione firmata Luisa Spagnoli per l’autunno/inverno 2011-12 la maglieria è protagonista, insieme a  mantelle in tutte le forme. Innovate le linee, rese asimmetriche e declinate nel poncho double face e nel pull oversize a trecce tricot. Casual chic giorno, diventa più couture la sera, e l’ ispirazione campagna british per il daywear in colori naturali come beige e marrone, sabbia, ghiaccio, affiancati dal forte verde bottiglia, con tocchi di acceso fucsia, rosso, anche solo nei dettagli, senza dimenticare i tradizionali bianco, nero e blu lascia spazio allo stile bon ton per le giacche di linea maschile strette in vita dalle cinture. Inoltre, piccoli tailleur in pied-de-poule e tweed, flanella, velluto e pelle si fanno notare nelle proposte per la quotidianità. La sera si fa più sofisticata e preziosa con materiali come angora, velluto, e dettagli di ricami Swaroski e paillettes, uniti ad accessori versatili come borse e stole in pelliccia maculata o color miele, e colli in cincillà chiusi da fiocchi di raso e cinture alte. Non mancano cappelli e guanti in ogni colore, e bijoux come orecchini, collari e bracciali.

Photo & Text by Monica Codegoni Bessi

Annunci

ISPIRAZIONI BRITISH PER IL GIORNO E ATMOSFERE SOFISTICATE PER LUISA SPAGNOLI #1


Nella collezione firmata Luisa Spagnoli per l’autunno/inverno 2011-12 la maglieria è protagonista, insieme a  mantelle in tutte le forme. Innovate le linee, rese asimmetriche e declinate nel poncho double face e nel pull oversize a trecce tricot. Casual chic giorno, diventa più couture la sera, e l’ ispirazione campagna british per il daywear in colori naturali come beige e marrone, sabbia, ghiaccio, affiancati dal forte verde bottiglia, con tocchi di acceso fucsia, rosso, anche solo nei dettagli, senza dimenticare i tradizionali bianco, nero e blu lascia spazio allo stile bon ton per le giacche di linea maschile strette in vita dalle cinture. Inoltre, piccoli tailleur in pied-de-poule e tweed, flanella, velluto e pelle si fanno notare nelle proposte per la quotidianità. La sera si fa più sofisticata e preziosa con materiali come angora, velluto, e dettagli di ricami Swaroski e paillettes, uniti ad accessori versatili come borse e stole in pelliccia maculata o color miele, e colli in cincillà chiusi da fiocchi di raso e cinture alte. Non mancano cappelli e guanti in ogni colore, e bijoux come orecchini, collari e bracciali.

Photo & Text by Monica Codegoni Bessi

DEBUTTA IL NUOVO SHOWROOM DI VALERIA MARINI TRA ATMOSFERE BURLESQUE E TANTA SEDUZIONE


La showgirl Valeria Marini ha presentato oggi il suo nuovo showroom: uno spazio con cinque vetrine su tre livelli che si apre in viale Isonzo n. 22, espressione di tutto il mondo firmato da Valeria Marini, propone alla clientela abbigliamento, accessori, calzature, borse gioiello e beachwear. Ampio spazio è dedicato all’underwear, mentre al profumo Seductions si affianca la neonata e omonima linea di body care. Gli arredi vedono un trionfo di pizzi alle pareti, tende di voluttuoso velluto rosso, sofà maculati e divanetti tondi da boudoir che fanno parte della collezione ‘VM Valeria Marini Home Collection’, frutto dell’accordo con Mantellassi, azienda leader del forniture sin dal 1926.

Photo by Monica Codegoni Bessi

LA COLLEZIONE DI MAURIZIO PECORARO ISPIRATA ALLA SENSUALITA’ DECADENTE DEL FILM DI ANG LEE “LUSSURIA”


Alla passerella, per queste sfilate donna autunno/inverno 2011-12 Maurizio Pecoraro ha preferito una presentazione più intima all’interno di Palazzo Gallarati Scotti, uno straordinario edificio barocco del XVII secolo. Per la prima volta gli interni fastosi del palazzo, decorati con pregiati affreschi e dipinti, hanno ospitato o un evento legato alla moda. All’interno di questa scenografica cornice, gli abiti sono stati indossati da modelle asiatiche, scelte per riflettere al meglio lo spirito raffinatamente seducente della collezione, ispirata alla sensualità decadente del film “Lussuria” di Ang Lee. Gli abiti, realizzati a mano, vantano sontuose lavorazioni sartoriali: volpe, visone, astrakan e lapin vengono traforati e i colori avion, bordeaux, tortora e cotto enfatizzano giochi di trasparenze e intarsi. Le maglie bouclè affiancano i top shining in paillettes, i pantaloni e le gonne in georgette, per un’eleganza sussurrata e mai ostentata. Un’alternativa alla pelliccia sono i cappotti svasati in cashmere, nappa e velluto stretch, mentre nel jersey i patchwork di colore imprimono un twist contemporaneo all’intera collezione. Per la sera, abiti con prevalenza di frange ispirati agli anni ‘20, coperti di lustrini e in combinazioni multicolor.

Photo & Text by Monica Codegoni Bessi

IL BALLO DELLE METAMORFOSI DI SERGIO ROSSI


La collezione per l’autunno/inverno 2011-12 firmata Sergio Rossi e creata da Francesco Russo rende reale la voglia di farsi notare con un tocco di creatività in un mondo immaginario dove i sogni sono dipinti da colori intensi e protagonisti sono le falene e le maschere del Carnevale di Venezia, che si declinano in calzature in satin o pelle bicolore. Stivali fetish lasciano posto a tronchetti e sandali a pois neri, e rouches, cotillon e coccarde decorative denotano un chiaro richiamo alle atmosfere del film di Stanley Kubrick ‘Eyes wide shut’. La scarpa così si trasforma e realizza la sua metamorfosi: la decorazione si fonde con essa, così torchon, plissè maschere, spirali o pizzo in pelle adornano il sandalo da sera, il tronchetto e lo stivale. Si fa notare, inoltre, il ‘sandal boot’ in contrasto di colore antitetico bianco/nero. Per creazioni dallo spirito fortemente couture che domina e trionfa grazie all’uso di taffettà, gorgiere, cinture in velluto e gioielli appuntati sul collo del piede, e dove il nero dà forza al colore più acceso come rosa ciclamino e blu cobalto, nel preciso obiettivo di avvolgere il piede femminile, slanciare la gamba ed elevare il corpo, creando il più sensuale oggetto del desiderio.

Photo & Text by Monica Codegoni Bessi

SANTONI – UNA ROSE COLLECTION DEDICATA ALLA DONNA


Edmundo Castillo, designer di Santoni, raccoglie per l’autunno/inverno 2010-11 per la terza volta la sfida di tradurre in forme femminili la raffinatezza del repertorio maschile dell’azienda marchigiana, proponendo le anticature e le lavorazioni certosine una chiave nuova tutta al femminile: così materiale di pregio come cocco, pitone, razza, cavallino stampato foca, suede e velluto si declinano in modelli dai colori saturi e intensi dell’India e del Nepal.  Senza dimenticare applicazioni di cristalli Swarosky sulle decollletè di raso, e le frange applicate in verticale sui cuissardes di camoscio. Tra le proposte più particolari, una calzatura in omaggio al mondo dei mimi.

Photo & Text by: Monica Codegoni Bessi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: