Archivi Blog

WAYNE MASER SCEGLIE ALTAROMA PER INAUGURARE “DISPOSABLE” EVENTO POP-UP DA 100 ORE


Non solo moda ad AltaRoma…. ma anche fotografia d’autore… Il famoso ritrattista e fotografo Wayne Maser ha, infatti, scelto la città capitolina, da lui molto amata e lontana dai riflettori e dal rumore di altre capitali, per inaugurare “Disposable”, un evento pop-up di sole 100 ore a cura di Susi Billingsley e Cecile Leroy….

…le sue immagini più famose stampate in fotocopia su macchine industriali su ‘butchers paper’ nel formato gigante 2.25 x 1.25 hanno troneggiato dal 29 gennaio al 1 febbraio, sulle pareti sverniciate della Vitellara 56, ex mattatoio in disuso da 40 anni, sulle cui “ceneri” è nato il Macro Testaccio…..

… in un gioco dove la carta da macelleria racconta, al tempo stesso, contenitore e contenuto: la nudità, la vanità, la disponibilità del soggetto in transito, lo scatto in un momento che non sarà più, l’atto donativo del risultato….

Leggi il resto di questa voce

Annunci

RE/EDITION: LA MOSTRA-PROGETTO DI LIMITED/UNLIMITED IDEATA DA ALTAROMA E YOOX.COM


Una mostra in scena a Roma, presso il Palazzo della Civiltà Italiana dallo scorso 8 luglio ma anche online: è Re/Edition, la mostra-progetto speciale, anche virtuale, di Limited/Unlimited ideata da AltaRoma in collaborazione con lo store virtuale di moda e design multi-brand leader al mondo yoox.com che intende rappresentare la nuova anima della manifestazione, ovvero l’avanguardia che artigianale incontra la tradizione sartoriale dando vita alla neocouture. Roma intende così essere sempre più ponte fra passato, presente e futuro, rendendo la mostra simbolo della progettualità stessa di Altaroma, per creare un trait d’union fra le maison storiche, la contemporaneità dei giovani designer e l’universo di Internet. Obiettivo concretizzato con l’esposizione di un capo iconico di otto maison storiche reinterpretato da otto giovani designer che hanno messo a frutto la loro creatività, traducendoli in must have del presente, realizzando pezzi unici da collezione disponibili in esclusiva su yoox.com che è possibile prenotare, semplicemente dall’ iPad, o dal proprio computer, oltre ad accedere a contenuti speciali e video inediti realizzati per il progetto che vede l’opera di Albino e Alberto Fabiani, Leitmotiv e Simonetta, Max Kibardin e Albanese, Micaela Calabresi Marconi e Saddlers Union, Sara Lanzi e Albertina, Sergio Zambon e Irene Galitzine, Silvio Betterelli e André Laug, e infine Gherardini e Nicole Brundage, che afferma: “Di recente sono stata alla Gagosian Gallery di New York dove era in mostra di un artista di nome James Turell. Le sue opere esplorano le diverse possibilità di utilizzo della luce come mezzo di percezione. Mentre stavo selezionando i materiali che avrei potuto usare per la borsa di Gherardini, mi sono ricordata la mostra e ho notato un materiale, chiamato ‘Specchio’, che sembrava riflettere intensamente la luce. Ho pensato che sarebbe stato interessante fare della borsa un oggetto che richiamasse l’attenzione attraverso i suoi riflessi, sia alla luce del sole sia con la luce artificiale. Mi entusiasmava l’idea dell’argento riflettente, il più possibile simile ad uno specchio, aggiungendo anche il manico in argento. Così ho esplorato la possibilità di realizzare una borsa che interagisse con l’ambiente circostante e alle reazioni che avrebbe potuto provocare”.

Max Kibardin e Albanese:

Il capo iconico di Albanese di partenza del 1956

Il bozzetto di  Max Kibardin della creazione per Re/Edition

La scarpa di  Max Kibardin e Albanese disponibile in esclusiva su yoox.com

Leggi il resto di questa voce

WHO IS ON NEXT? – IL PUNK MINIMALISTA ED ARTIGIANALE DI THOMAS BLAKK


L’accessories designer fiorentino/londinese Thomas Bambagioni, in arte Thomas Bakk, ha messo in scena per Who Is On Next? un’allestimento di grande impatto all’interno del quale ha esposto le sue “modern bags” innovative ed assolutamente inedite, dedicate a donne di forte carattere

Pelle, rigorosamente black, e catene gold & silver danzanti danno vita a creazioni a cavallo tra il punk ed il futuristico.

…stili che si ritrovano anche sulle clutch, che all’occorrenza diventano micro tracolle, su cui l’ordine assoluto delle borchie quadrate viene interrotto da maxi aculei da vera dark woman

Leggi il resto di questa voce

WHO IS ON NEXT? – L’ESSENZIALITA’ ETICA DI RAGAZZE ORNAMENTALI


Italia e Francia convivono in armonia nel progetto Ragazze Ornamentali nato dall’incontro tra la creatività transalpina di Isabelle Bois e quella italianissima di Valentina Tortorella che ha dato vita ad una collaborazione focalizzata sulla realizzazione di accessori basati sui concetti di unicità e di eccellenza

Minimaliste, ma iper glam, le borse sono realizzate in preziosi pellami che talvolta sconfinano nel rettile a cui si affiancano tracolle scultura degne di una lavorazione orafa

…ma la perfezione dell’esterno cede il passo a quella celata all’interno delle pochette ove si nascondono holder per specchi ed etichette personalizzabili

Leggi il resto di questa voce

ALTAROMA – IED MODA E SANTASANGRE DANNO VITA A CUPIDITAS LUMINIS


Una nuova esperienza sensoriale che ha visto lavorare fianco a fianco lo staff di IED Moda ed i Santasangre ha dato vita alla performance CUPIDITAS LUMINIS, ospitata nelle splendida cornice barocca del cortile di Palazzo Spada trasformato dinamicamente da luci, suoni e movimenti che hanno ospitato al loro interno gli abiti realizzati dagli studenti che hanno perso il ruolo di protagonisti per diventare  comprimari

Assolute protagoniste delle serata sono state le luci iridescenti che hanno dato vita ad un genius loci dissonante …

… concentrate sulla passerella e proiettate sugli elementi architettonici diventano esse stesse un’immagine in movimento capace di rielaborare l’architettura del luogo in tempo reale…

Leggi il resto di questa voce

ALTAROMA – EDOCITY PRESENTA LA MICRO CAPSULE IDENTIFY MODIFY


Presentata a Roma, dopo l’anteprima di Pitti W, la microcapsula IDENTIFY MODIFY con cui Alessandra Giannetti proietta il mondo di Edo City al di fuori dalla sue boutique. Un guardaroba essenziale, composto da tre soli pezzi, una giacca impermeabile, un abito che si personalizza come gonna o vestito ed una shopping bag trasformabile in porta-abito danno vita ad un micro guardaroba interamente Made in Itay

IDENTIFY MODIFY troneggia nella vetrina del secondo monomarca romano di via Leonina dove la collezione è stata presentata in occasione di AltaRoma

Una performance artistica ha fatto da cornice alla tappa romana dell’evento a cui faranno seguito presentazioni a Milano e Parigi

Leggi il resto di questa voce

WHO IS ON NEXT? – DESIGN E FASHION SI INTERSECANO SULLE BAGS DI PAULA CADEMARTORI


Dietro alla ricerca stilistica di Paula Cadermartori, giovane accessories designer italo-brasiliana che ha partecipato al concorso Who is on Next? tenutosi durante la recente edizione di AltaRoma, c’è una laurea in industrial design conseguita presso l’Universidade Luterana do Brasil. Geometrie, cromatismi e scelte materiche preziose si intersecano su borse ispirate allo stile di vita, condotto tra eccessi e decadenza, delle dive holliwoodiane degli Anni ’60

Raffinati e ricercati cromatismi si rincorrono su bag dalle dimensioni ridotte e dalle forme rigide. Arricchite da dettagli d’autore come le fibbie rubate ad elementi architettonici

Bagliori aurei e rettili preziosi danno vita a proposte ad alto potenziale glam Leggi il resto di questa voce

GATTINONI IN MOSTRA A ROMA MODA E STELLE DELLA HOLLYWOOD SUL TEVERE


E’ un omaggio a Fernanda Gattinoni e al rapporto tra la grande sarta italiana  e alcune tra le maggiori dive degli anni della Hollywood sul Tevere e della Dolce Vita la mostra inaugurata in occasione di AltaRoma che sino al prossimo 10 marzo sarà ospitata nella sede del Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative, Costume e Moda dei secoli  XIX e  XX. Gli abiti del guardaroba privato e i costumi di scena di Europa 51 (1952) e Fiore di Cactus (1969)  realizzati per Ingrid Bergman, sono esposti affianco a quelli realizzati per Lana Turner, affezionata cliente di Fernanda. Passando attraverso ad alcuni esemplari della collezione Casanova (1958) appartenuti a Kim Novak, si arriva alla micro-collezione di petites robes noires, provenienti dal guardaroba personale di Anna Magnani. Una speciale è, infine, dedicata ad Audrey Hepburn e ai costumi che Fernanda Gattinoni le realizzò per il ruolo di Natasha in Guerra e Pace (1956).

Due creazioni di Fernanda Gattoni rispettivamente del 1952 e del 1957 realizzati per Lana Turner

Dettaglio di un abito realizzato nel 1955 per Ingrid Bergman

Abito del 1954 realizzato per Anna Magnani

Una serie di fotografie che illustrano il rapporto tra Fernanda Gattinoni e molte stelle del cinema internazionale fanno da sfondo agli abiti di scena e di vita

Petites robes noires, provenienti dal guardaroba personale di Anna Magnani

Photo & Text by Cristina Mello-Grand

LA CREATIVITA’ ILLIMITATA DI LIMITED/UNLIMITED #2


Prosegue il viaggio all’interno della Biblioteca Casanatense che, durante la recente edizione di AltaRoma ha ospitato la seconda edizione di Limited/Unlimited  ”Small Objects of Desire” progetto culturale che prende in esame l’oggetto come unicum sia esso un abito, un gioiello, una scarpa, una borsa o un accessorio. Un autentico manifesto di individualità stilistica ispirata al contempo al passato ed al futuro.

Guardaroba di Signora – L’alta moda italiana dagli anni ’60 agli anni ’80 in mostra

Max Kibardin

Guardaroba di Signora – Le creazioni storiche dei Couturier tra libri e manoscritti preziosi

Moi Multiple – ABITO NUVOLA – Strisce di organza nere, fumo e blu sfumato, rifinite con un mezzo ajour, sono arricciate a manichino a creare un effetto leggerissimo

Betony Vernon – THE SOUL-LESS SHOES – Argento collezione Paradise Found Fine Erotic Jewellery

Guardaroba di Signora

Diego Dolcini

Edo City – MICROCAPSULE – Unico e divisibile, composto da tre pezzi che si modellano e si personalizzano come Hakama, borsa o wrapping cloth, coprispalle impermeabile

Fabio Salini – GALUCHAT – Braccialetto rosa in razza con tormaline verdi e diamanti. Braccialetto verde in razza con smeraldi e diamanti

Edward Buchanan – BOILER SUIT – Tuta intera in maglia di jeans distrutta

Text by Cristina Mello-Grand – Photo by Cristina Mello-Grand & Altaroma/Ciro Meggiolaro/Allucinazione

DETAILS ON CATWALK. LEITMOTIV @ ALTAROMA


La passerella di Leitmotiva ad AltaRoma è un viaggio, un avventura, un cammino misterioso che Fabio Sasso e Juan Caro ci invitano a compiere insieme a loro. Un viaggio tra passato e futuro, tra storia e modernità lungo il quale i mosaici brillano con milioni di pixel, mentre i bassorilievi diventano software sofisticati in grado di convertire la biosfera in cyber-natura

La gorgiera appoggiata su un lineare abito dalla stampa mosaico pixellata sintetizza il mood di una collezione multidimensionale e atemporale  a cavallo tra passato e futuro

Cappotto aureo aperto e mani nelle tasche della gonna per metter in evidenza il dettaglio prezioso ed inaspettato della fodera in seta printed multicolor

Tacchi rivestiti in sughero per l’elaborazione delle francesine in chiave couture

Gold connection a tutto tondo. La ricerca materica sul tessuto approda sulla pelle dei guanti. Per un total look dal tocco aureo

… e la sperimentazione continua approdando sulle borse in jacquard ricoperto di poliuretano

… per poi riapprodare sulle calzature issate su plateau con carrarmato e su tacchi effetto pizzo

L’effetto stampa mosaico destrutturato e multicolor abbandona le fodere e trionfa sull’abito a strascico che verticalizza la silhouette femminile

E la proiezione del futuro si concretizza nelle collane e negli orecchini che racchiudono microchip in vistose gocce di cristallo

Text & Photo by Cristina Mello-Grand

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: